5 grassi buoni per tornare in forma e mangiare con gusto

8 Maggio 2016 di fitinhub

E’ chiaro che ingerire cibi ad alto contenuto di grassi all’interno di un’alimentazione da cibo spazzatura di certo non aiuta a raggiungere l’obiettivo di tornare in forma. Ma consumare cibi che apportano differenti benefici da un punto di vista nutrizionale, inclusi i grassi, può aiutare a limitare le ingestioni incontrollate di cibo e prolungare il senso di sazietà.

Segui Fit ‘n Food su Instagram

Mandorle e frutta secca. Ciascuna tipologia ha valori nutrizionali leggermente diversi, ma è stato rilevato come le persone che includono nel loro piano alimentare la frutta secca, hanno un indice di massa corporea più basso di chi invece non le assume. Diciamo che questa non è necessariamente la prova che mangiare frutta secca porta ad una perdita di peso, ma certo è che agiscono sul senso di sazietà per poche calorie in più.

Olio di cocco.  E’ inoltre un prezioso alleato in cucina in quanto tiene bene le alte temperature.

Avocado. L’avocado contiene una serie di grassi buoni, fibre e vitamine con le quali anche i nutrizionisti sono ossessionati. L’avocado può agire sul senso di sazietà.

Tuorlo. Contrariamente alle credenze popolari, le uova non impattano così negativamente sull’aumento del colesterolo cattivo o sono fonte di attacchi cardiaci. Una ricerca compiuta sugli effetti di un’alimentazione ad alto contenuto di grassi, dimostra come il rosso d’uovo favorisca il senso di sazietà e riduca la necessità di mangiare troppo. Leggi anche Quante uova mangiare a settimana?

Formaggi stagionati ricchi in grassi. Nonostante il fatto che i grassi derivati dai formaggi e latticini siano spesso demonizzati,  ci sono alcuni studi che dimostrano come le persone che hanno diminuito la percentuale di calorie ingerite a fovore di un “pezzo di formaggio” in più, abbiano raggiunto risultati in termini di perdita di peso più rapidamente. Tuttavia questo non vuol dire avere la libertà di farcire il panino con formaggio extra…