8 consigli per una pancia piatta

8 Luglio 2017 di fitinhub

Il desiderio di ottenere una pancia piatta, non conosce stagione. Che sia il costume da bagno o il famigerato tubino nero, tutte vorrebbero un ventre piatto per sfoggiare una silhouette invidiabile. Curare allenamento e alimentazione sono al primo posto della classifica delle cose da fare per ottenere una pancia piatta, ma andiamo un po’ nel dettaglio e vediamo nel pratico cosa è opportuno fare.

Evita gli zuccheri e soprattutto non ingoiare ma mastica. Nel caso degli zuccheri, sai bene che ogni volta compri qualcosa di confezionato, gli zuccheri sono lì, pronti a “regalarti” il picco glicemico e sballare il tuo metabolismo. Altra accortezza che dovresti avere è quella di non mangiare troppo velocemente, onde evitare di ingerire aria.

Occhio al cardio. I muscoli sono metaforicamente più attivi del grasso il che vuol dire che la massa muscolare implica un metabolismo attivo e che lavora meglio durante tutta la giornata. Allenamento di resistenza ti permette di mettere su massa magra e si raccomandano circa 3 sessioni a settimana. Un trucchetto per misurare quanto cardio fare a settimana? Secondo alcune riviste americane basta pesarsi e raddoppiare il proprio peso trasformandolo in minuti. Diciamo che pesi 60kg, bene allora dovrai fare 120 minuti di cardio a settimana. Anche divisi in più sessioni. E’ la prima volta che la sentiamo, ma fare un piccolo test non costa nulla!

Esegui allenamenti multiarticolari. I movimenti multi articolari, tipo lo squat, il thruster con bilanciere o anche gli affondi con kettlebell, alleni tutto il corpo, con particolare focus sull’addome

Allena gli addominali con allenamento a circuito. Cerca di prestare attenzione agli esercizi che esegui, magari inseriscili in un circuito, e assicurati di mettere alla prova ogni singolo muscolo presente nella parte centrale del tuo corpo.

PT: Alfredo Vicinanza
Atleta: Adele Vicinanza

Attenta allo zucchero. Le ricerche dimostrano che aggiungere 20 cucchiaini di zucchero al giorno, spesso nascosti in alimenti confezionati o anche nei sedicenti alimenti sani (condimenti per insalate), aggiunge circa 325 calorie vuote al tuo consumo giornaliero. Questo comporta un aumento della produzione di insulina e un rallentamento del tasso metabolico, rendendo problematico bruciare queste calorie extra. Leggi anche 10 modi in cui gli zuccheri fanno male alla tua salute e alla tua bellezza

Segui la regola del 10%. Gli esercizi specifici per addominali, servono principalmente nel momento della definizione, quando ti sei sbarazzata del grasso in eccesso. Quindi preoccupati principalmente di allenare il resto del corpo e dedica un 10% del tuo tempo all’allenamento specifico degli addominali. Leggi anche Addominali a tartaruga? 8 strategie che non prevedono milioni di crunch

Le dimensioni contano. In palestra focalizzati sui movimenti che allenano i gruppi muscolari più grandi invece che movimenti isolati, in quanto bruciano generalmente più calorie abbassando la percentuale di massa grassa del tuo corpo. Quindi più chance per i tuoi addominali di  fare capolino.

First Base Legging Countour – clicca per acquistare i saldi

Stability ball o bosu possono essere una valida alternativa se ti alleni o rimani molto tempo a casa. Sia che si tratti di allenamento, nel caso del bosu, sia che sei banalmente seduta alla scrivania, nel caso della stability ball, i tuoi addominali saranno messi alla prova senz’altro. Nel caso della stability ball ad esempio ti permette di attivare l’addome cercando ti tenerti in equilibrio sulla palla. Puoi aggiungere un alzata di gambe alternate qui è lì, per aggiungere un po’ di “movimento” alla tua giornata alla scrivania.