Glutei sodi: gli errori da non fare con gli squat

12 Settembre 2016 di fitinhub

Sappiamo quanto siano fondamentali ed efficaci gli squat, se fatti nel modo corretto. Scopri sei errori comuni e impara a correggere gli squat per un corpo più snello e forte, addominali più tonici e dei glutei sodi.

Se spalle e schiena sono rilassati di certo non puoi eseguire uno squat in forma corretta. Per non incorrere nel pericolo di farti male, prova a tenere le scapole indietro esattamente come se volessi sollevare un bilanciere.

 

Legging Lilybod clicca per acquistare – Fonte Instagram- modella @alexwinston

Se le ginocchia si avvicinano verso l’interno, non è un buon segno. Potrebbe essere un problema di mobilità. Ti suggeriamo di provare ad eseguire lo squat piantando i piedi per terra assicurandoti che il peso sia distribuito uniformemente sotto l’alluce, mignolo, e tallone ed eseguendo il movimento in maniera facilitata:

Puoi provare con una plyo box o con una seduta come nel video seguente:

 

Per glutei più sodi, leggi anche: Glutei a palloncino: gli esercizi da fare. Parte II

Non riesci ad eseguire un deep squat. Checchè ne dicano in molti, non c’è nessun problema nell’esecuzione del deep squat. A meno che tu non abbia un problema al ginocchio. In caso contrario il deep squat è un ottimo modo per attivare i glutei. Ovviamente la profondità dello squat dipende dalle proprie capacità e possibilità fisiche.

Esegui sempre e solo una variazione di squat. Gli squat hanno infinite variazioni.  Hai gli squat indietro, squat frontali, squat pliometrico, squat laterali e l’elenco potrebbe continuare. Cambia variazione ogni settimana e otterrai più benefici di tutti.

Legging Lilybod Clicca per acquistare – fonte Instagram

Non ti eserciti nell’esecuzione spesso. Meno spesso fai gli squat, più tempo ci vorrà per vedere i risultati, sia in termini di scolpire muscoli, sia per bruciare i grassi. due o tre volte la settimana è la giusta via di mezzo tra il sotto-allenamento e il sovrallenamento.

Porti il ginocchio oltre la punta del piede. E’ un segnale di cattiva esecuzione e probabilmente rischi lesioni alle articolazioni. Cerca piuttosto di portare indietro il bacino e quando ti rialzi dalla posizione accovacciata, prova a strizzare i glutei.